Esagonoilgiornale.com

  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Team Blogs
    Team Blogs Trova il tuo blog collettivi preferiti qui.
  • Archivio
    Archivio Contiene un elenco di blog che sono stati creati in precedenza.
  • Accesso
    Login Login form

Cronaca

19
Giu
0

SIRACUSA – NOTIFICATO UN D.A.S.P.O. “FUORI CONTESTO”

Inviato il in Cronaca

b2ap3_thumbnail_Cronaca.jpg

Agenti della Divisione Anticrimine hanno notificato un D.A.S.P.O. “fuori contesto”, per la durata di 1 anno, ad un giovane di 29 anni.
In particolare, il 2 febbraio u.s., il giovane, che all’epoca era sottoposto alla misura dell’obbligo di dimora, si recava, con un gruppo di tifosi, presso lo stadio di “Bianchino” di Siracusa, dove si svolgeva l’incontro di calcio tra le squadre "Città di Noto FC 2021 - Città di Palagonia", valevole per il campionato di I Categoria girone E.
Nella circostanza era stato dato fuoco ad un copertone di un mezzo della squadra ospite.
Il D.A.S.P.O. “fuori contesto”, emesso dal Questore di Siracusa, Roberto Pellicone, è un provvedimento adottato dalla Sezione Misure di Prevenzione della Divisione Anticrimine, diretta da Maria Antonietta Malandrino, nei confronti di quei soggetti verso i quali si formula un giudizio di pericolosità in quanto si sono resi responsabili di taluni gravi reati indipendentemente dalla realizzazione di condotte violente in occasione o a causa di manifestazioni sportive.
Lo scopo è quello di impedire l’accesso agli stadi di tali soggetti al fine di evitare che gli stessi possano adottare condotte illecite e/o violente al loro interno, con possibili gravi ripercussioni sull’ordine e la sicurezza pubblica; si vuole, altresì, evitare che nelle tifoserie si verifichino infiltrazioni di individui legati alla criminalità comune/organizzata ovvero comunque ritenuti pericolosi.

Visite: 42
0
14
Giu
0

SIRACUSA – MOVIDA SICURA – SERVIZI STRAORDINARI DI PREVENZIONE E CONTRASTO AI FENOMENI DI ILLEGALITÀ NEI LUOGHI DI ASSEMBRAMENTO GIOVANILE

Inviato il in Cronaca

b2ap3_thumbnail_Cronaca.jpg

La Questura di Siracusa ha posto la massima attenzione sulla sicurezza dei giovani che nei fine settimana affollano i luoghi della movida siracusana, disponendo mirati servizi di prevenzione con l’impiego di equipaggi di rinforzo che, affiancandosi alle Volanti, implementano il dispositivo di controllo del territorio nelle zone maggiormente sensibili del centro storico di Ortigia e nelle zone della città ove insistono i locali maggiormente frequentati anche da turisti.
È stato utile e apprezzato anche l’utilizzo e del camper della Polizia di Stato con la presenza di operatori nei pressi di note paninerie.
In tale contesto operativo, si innestano i controlli amministrativi effettuati con continuità dagli agenti della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale, fortemente voluti dal Questore di Siracusa, Roberto Pellicone, e diretti dal Dirigente Francesco Giordano, presso gli esercizi pubblici, finalizzati alla verifica ed al rispetto delle normative vigenti, quali le autorizzazioni e le prescrizioni di Polizia, le verifiche igienico sanitarie, la somministrazione e la vendita di alcolici, il rispetto della quiete pubblica.
Gli attenti e scrupolosi controlli effettuati dagli agenti della Polizia di Stato, insieme a personale della Polizia Municipale di Siracusa, hanno consentito di fare emergere delle violazioni amministrative sanzionate per un totale di oltre 5000 euro.
I controlli si sono concentrati nell’isola di Ortigia, e specificatamente nei luoghi di ritrovo della movida siracusana, soprattutto in chioschi, esercizi di ristorazione ed esercizi di somministrazione di alimenti e bevande.
Gli accertamenti hanno messo in luce che alcuni esercizi utilizzano impianti di diffusione sonora senza le necessarie autorizzazioni comunali e taluni titolari di concessione del suolo pubblico non rispettano gli spazi loro assegnati, occupando con tavoli e sedie quanto più spazio possibile.
Con l’approssimarsi del periodo estivo, i controlli ai locali pubblici saranno ulteriormente implementati, anche nelle zone balneari ed in provincia, al fine di garantire ai residenti ed ai numerosi turisti, che già sono presenti in questa provincia, una sicura fruizione dei servizi di ristorazione ed un sereno relax all’insegna della sicurezza.

Visite: 60
0
11
Giu
0

CONTRASTO ALLA DROGA – LA POLIZIA DI STATO HA ARRESTATO UNO SPACCIATORE – SEQUESTRATO UN INGENTE QUANTITATIVO DI DROGA

Inviato il in Cronaca

b2ap3_thumbnail_Cronaca.jpg

Nell’ambito del contrasto al consumo ed allo spaccio di sostanze stupefacenti nelle cosiddette piazze dello spaccio siracusane, condotto quotidianamente dagli Uffici operativi della Questura aretusea, agenti della Polizia di Stato in servizio alla Squadra Mobile hanno arrestato un siracusano di 48 anni, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.
A seguito di una perquisizione domiciliare, il quarantottenne è stato trovato in possesso di 2,5 chilogrammi di hashish, 750 grammi di marijuana,150 grammi di cocaina celata all’interno di una cassaforte e vario materiale utilizzato per il confezionamento della droga.
Dopo le incombenze di legge e su disposizione dell’autorità Giudiziaria competente, l’arrestato è stato posto ai domiciliari in attesa del rito per direttissima.

Visite: 131
0
10
Giu
0

SIRACUSA – STAVA PER OCCUPARE ABUSIVAMENTE UN IMMOBILE AD ORTIGIA – IMMEDIATAMENTE FERMATO UN CITTADINO EGIZIANO

Inviato il in Cronaca

 b2ap3_thumbnail_Cronaca.jpg
Sabato mattina il proprietario di un immobile sito nel centro storico di Ortigia, avendo notato il danneggiamento della finestra del bagno e un uomo all’interno, chiamava immediatamente la Polizia.
Gli Agenti del Commissariato Ortigia entravano in casa e sorprendevano un cittadino l’egiziano che, presumibilmente, stava per occupare l’immobile portando alcuni suoi effetti personali.
La tempestività della chiamata della vittima e l’immediato intervento degli uomini del Commissariato di Ortigia hanno consentito di evitare l’occupazione e di restituire l’immobile al pieno godimento del legittimo proprietario.
Lo straniero veniva denunciato per il reato di violazione di domicilio con violenza sulle cose.
Quest’ultimo è gravato da un provvedimento di DASPO Willy per aver partecipato ad una rissa nel mese di aprile e l’Autorità Giudiziaria competente ha concesso il nulla osta all’espulsione dello stesso dal territorio nazionale.
La Questura invita tutti gli utenti a segnalare tempestivamente ogni tentativo di occupazione abusiva di immobili per consentire l’immediato intervento e il ripristino del pieno godimento della proprietà al legittimo titolare.

Visite: 78
0
27
Mag
0

Ultimo saluto a Salvatore Ricciardini

Inviato il in Cronaca

Oggi, lunedì 27 maggio, ultimo saluto nella chiesa del Santissimo Salvatore, in via Necropoli Grotticelle al giornalista siracusano, Salvatore Ricciardini venuto a mancare all‘affetto dei suoi cari all’età di 84 anni. Volto storico di Video Siracusa e giornalista attento e critico della società siracusana. 

Salvatore Ricciardini ha interpretato in un modo molto singolare il suo amore per la sua terra. Giornalista per raccontare storie e contraddizioni, politico per sviluppare progetti a favore della sua citta’ sindacalista per stare accanto e curare gli interessi dei lavoratori e dei ceti popolari.
Lo ricorderemo in questa chiave ma anche come qualificato storico di questo territorio e della sua vita politica ed economica avendo pubblicato probabilmente i testi più voluminosi e documentatissimi su questi temi dei decenni recenti e a noi contemporanei. Grazie Salvatore .

Bruno Marziano

Visite: 118
0
24
Mag
0

I giudici della Corte di Appello di Catania hanno disposto la scarcerazione nei confronti di Dario Caldarella

Inviato il in Cronaca

b2ap3_thumbnail_Cronaca.jpg

Dario Caldarella, Il siracusano recentemente condannato in Appello al termine del processo Tonnara su un presunto traffico di droga a Siracusa  è stato posto ai domiciliari dove sconterà la sua pena. l’istanza presentata dal suo avvocato, Natale Vaccarisi che, nel suo ricorso, ha fatto leva sulla circostanza che il suo assistito si trovasse in carcere dal giorno dell’operazione, scattata nel febbraio del 2018 e’ stata accolta. Inoltre, rispetto alla sentenza di primo grado, la stessa Corte di Appello ha rideterminato la pena per Caldarella.  L’avvocato Vaccarisi, in attesa di conoscere le motivazioni della sentenza, ha preannunciato ricorso in Cassazione

Visite: 242
0
21
Mag
0

SIRACUSA - DONATORI NATI: RACCOLTA DI SANGUE PROMOSSA DALL’ASSOCIAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO DAL TEMA “DAL SANGUE VERSATO AL SANGUE DONATO” – IL QUESTORE PELLICONE PRESENTE IN PIAZZA PER SOSTENERE L’INIZIATIVA

Inviato il in Cronaca

b2ap3_thumbnail_Cronaca.jpg
Come già comunicato, oggi martedì 21 maggio, dalle ore 8 alle ore 12, in piazza Duomo a Ortigia, l’Associazione della Polizia di Stato Donatori Nati, sezione di Siracusa, ha organizzato una raccolta di sangue con il significativo claim “Dal sangue versato al sangue donato”.
Il Questore Roberto Pellicone è presente in Piazza sin dalle ore 9.30 per sostenere l’iniziativa e per invitare la cittadinanza ad unirsi alla raccolta di sangue effettuata dagli appartenenti alla Polizia di Stato, ai Vigili del Fuoco, alle altre forze di polizia ed alle forze armate, e dal personale dell’Amministrazione Civile dell’Interno e della Giustizia.
Presenti anche i volontari dell’Associazione “Misericordia” di Floridia che terranno un corso di formazione per la disostruzione delle vie aeree nei bambini, ai genitori degli alunni del plesso di Ortigia dell’Istituto Comprensivo S. Lucia.

Visite: 93
0
17
Mag
0

SIRACUSA – CONTRASTO AL DEGRADO URBANO – SI SONO PROTRATTE SINO A TARDA SERATA LE OPERAZIONI DI PREVENZIONE E SICUREZZA NEI PRESSI DEL QUARTIERE DELLA BORGATA – SANZIONATI ALCUNI ESERCIZI COMMERCIALI

Inviato il in Cronaca


b2ap3_thumbnail_Cronaca.jpg
Dal pomeriggio di ieri e sino a tarda sera, si è svolto un servizio interforze di controllo del territorio ad “alto impatto” finalizzato al contrasto del degrado urbano e a comportamenti illegali.
L’operazione, fortemente voluta dal Questore Roberto Pellicone, si innesta nel più ampio ambito di determinazioni assunte in seno al Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, ed è stata coordinata da un funzionario della Polizia di Stato che si è avvalso dell’apporto di personale della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Municipale. Un importante contributo è stato fornito da personale del SIAN di Siracusa.
Gli uomini, a disposizione della dirigente delle Volanti Giulia Guarino, hanno passato al setaccio le vie del quartiere Borgata in particolare via Agatocle, piazza Euripide e corso Timoleonte ed hanno controllato alcuni esercizi commerciali frequentati soprattutto da stranieri, con il precipuo intento di combattere il degrado urbano potenziando le specifiche attività di polizia sul territorio attraverso il controllo sistematico e mirato di persone, mezzi ed esercizi commerciali sensibili per le finalità del servizio che intende porre fine al bivacco e ad episodi molesti di coloro che, oziando tutto il giorno, disturbano gli avventori ed i passanti della zona. Tali atteggiamenti hanno, nel recente passato, suscitato una certa apprensione nella cittadinanza che ha avuto, con l’operazione di ieri, una pronta risposta da parte delle istituzioni.
Dei 6 esercizi commerciali controllati 5 sono stati sanzionati a vario titolo per un importo complessivo di 13.000 euro.
In specie, un ristorante con annesso minimarket, sprovvisto di regolare licenza per entrambe le attività, è stato momentaneamente chiuso dagli uomini della Polizia Amministrativa e Sociale della Questura.
Altre due attività adibite alla vendita di panini sono state sanzionate per occupazione abusiva di suolo pubblico e saranno passibili di ulteriore sanzione accessoria della chiusura da parte del Comune di Siracusa.
Tutti gli esercizi sanzionati, inoltre, non erano in regola con alcune norme che regolamentano la salubrità di cibi e bevande.
Sono state identificate 245 persone di cui 34 stranieri. Per due cittadini extracomunitari, un cittadino marocchino ed un gambiano, entrambi irregolari nel territorio nazionale, saranno avviate le procedure per le relative espulsioni.

Visite: 114
0
15
Mag
0

SIRACUSA - STRATEGIE DI INTERVENTO DELLA QUESTURA DI SIRACUSA NELL’ATTIVITÀ DI CONTRASTO ALLA VIOLENZA DI GENERE.

Inviato il in Cronaca

b2ap3_thumbnail_Cronaca.jpg

Costante l’impegno della Polizia di Stato a difesa delle donne attraverso il lavoro continuo di tutti gli Uffici operativi della Questura.
L’azione di contrasto alla violenza di genere prevede la possibilità di applicare al soggetto autore di atti persecutori o di maltrattamenti in famiglia la misura di prevenzione della Sorveglianza speciale anche con l’ausilio del c.d. “braccialetto elettronico”, strumento che consente alla stessa vittima di rilevare in tempo reale l’avvicinamento del maltrattante, nonché l’applicazione degli Ammonimenti emessi dal Questore nei confronti delle medesime categorie di individui.
Al riguardo, dal 1° gennaio 2024 ad oggi la Questura di Siracusa ha inoltrato alla competente Autorità Giudiziaria 27 proposte di applicazione di Sorveglianza Speciale di cui 26 uomini ed una sola donna, di età compresa tra i 19 e i 74 anni; inoltre, il Questore ha emesso n. 41 Ammonimenti, di cui 22 nei confronti di soggetti autori di violenza domestica, di età compresa tra i 30 e i 56 anni, anche in assenza di querela da parte della vittima e 19 nei confronti di soggetti, responsabili di atti persecutori, di età compresa dai 21 ai 69 anni. L’Ammonimento si è rivelato uno strumento particolarmente efficace, infatti, dei 41 soggetti sottoposti, solo uno di essi ha reiterato condotte maltrattanti per cui è stato denunciato alla competente Autorità Giudiziaria.
Sempre più donne si rivolgono con fiducia alla Polizia di Stato ed in alcune occasioni i provvedimenti sono stati emessi anche d’iniziativa senza la collaborazione delle vittime.
Il sempre maggiore ricorso agli strumenti in argomento è frutto della massiccia campagna d’informazione messa in atto dalla Polizia di Stato con le ormai note iniziative come il progetto del Dipartimento di Pubblica Sicurezza “Questo non è amore”, che induce a richiedere per tempo la misura dell’ammonimento a seguito della cui applicazione si è rivelato un abbattimento della recidiva.
Quest’ultimo dato dimostra come la denuncia o la richiesta di ammonimento siano gli unici strumenti validi per affrontare il fenomeno della violenza di genere.
La violenza di genere è un evento infido che si manifesta in modo esplicito ma a volte assume forme celate. Determina sempre l’effetto di minare la dignità e l’integrità psico-fisica delle vittime e, troppo spesso, si arriva all’estrema conseguenza del femminicidio.
Denunciare la violenza è un atto che richiede coraggio. Noi abbiamo il dovere di sostenere chi lo fa ed assicurare sicurezza e protezione.

Visite: 131
0
14
Mag
0

SIRACUSA - ARRESTATO UNO STALKER - LA POLIZIA DI STATO FERMA LE VIOLENZE DI UN UOMO CHE NON SI RASSEGNAVA ALLA FINE DI UNA RELAZIONE AMOROSA EVITANDO ULTERIORI CONSEGUENZE

Inviato il in Cronaca

b2ap3_thumbnail_Cronaca.jpg
Si conclude con l’arresto di uno stalker la triste vicenda di una donna che, trovando la forza di denunciare il suo aguzzino e fidandosi della Polizia di Stato, è riuscita ad allontanare l’ex compagno che le stava creando un perdurante stato d’ansia e gravi timori per la propria incolumità e quella di suo figlio.
Il culmine della vicenda risale alla sera di sabato scorso quando dei passanti attiravano l’attenzione dell’equipaggio di una Volante indicando ai Poliziotti che poco lontano un uomo stava aggredendo fisicamente una coppia.
Accorsi sul posto, gli agenti trovavano le vittime in palese stato di agitazione, l’uomo con ferite al volto e la donna, seppure senza apparenti ferite fisiche, molto scossa e impaurita.
Si acclarava che l’aggressore era un ex convivente della donna che, non rassegnandosi alla fine del rapporto, stava diventando sempre più violento e minaccioso.
Da questo primo intervento della Polizia, la vittima si decideva a sporgere denuncia nei confronti del suo ex e tornava a casa.
Nella tarda serata, l’uomo si presentava sotto casa dell’ex convivente e inveiva contro la stessa minacciandola e chiedendole di farlo entrare.
Intervenuta nuovamente una Volante, l’uomo riusciva però a dileguarsi prima dell’arrivo della Polizia.
Nel corso della notte la donna chiamava nuovamente il numero di emergenza perché il suo persecutore era tornato a molestarla ed anche nella mattinata dell’indomani si era recato a casa della sua ex minacciando pesantemente la donna ed il figlio della stessa.
Ma gli uomini diretti da Giulia Guarino, attenzionando la situazione e gravitando nei pressi della casa della donna, riuscivano a bloccare, infine, l’uomo violento e a trarlo in arresto per il reato di atti persecutori.
In sede di denuncia, la donna, ospitata nella stanza che di recente in Questura è stata dedicata alle vittime di violenza di genere, ha raccontato che decideva di troncare la relazione con il suo ex perché lo stesso, improvvisamente, aveva mutato atteggiamento nei suoi confronti ed era divenuto violento e possessivo tanto da recarle gravi stati d’ansia.
Anche la fine della relazione non era servita alla donna per ritrovare necessaria tranquillità, attesa la circostanza che il suo ex compagno la perseguitava aumentando lo stato di prostrazione e di paura della stessa.
Dopo le incombenze di legge, l’uomo, su disposizioni dell’Autorità Giudiziaria competente, è stato posto ai domiciliari.

Visite: 131
0
13
Mag
0

SIRACUSA – SICUREZZA STRADALE – GIRO DI VITE SU CONSUMO DI ALCOL E DROGA ALLA GUIDA DI VEICOLI

Inviato il in Cronaca

b2ap3_thumbnail_Cronaca.jpg

Nelle ore serali di sabato scorso, pattuglie della Polizia Stradale, con la presenza del medico provinciale della Polizia di Stato e con l’utilizzo di apposita apparecchiatura, hanno effettuato mirati controlli nelle arterie stradali maggiormente trafficate da utenti che si recano o tornano dai locali notturni per trascorrere il sabato sera e lungo l’intersezione cittadina tra Corso Gelone, via Agatocle e via Catania.
Tali servizi hanno la precipua finalità di prevenire incidenti stradali gravi che purtroppo per l’abuso di alcol e droghe possono causare, come tristemente accaduto in passato, morti e feriti nelle nostre strade, in particolar modo, tra le fasce più giovani della cittadinanza.
Sono stati controllati 66 veicoli ed identificate 69 persone. Tutti i conducenti fermati sono stati sottoposti ad etilometro ed uno di questi, risultando positivo al test, è stato sanzionato e gli è stata ritirata la patente.
11 automobilisti sono stati controllati con l’apparecchiatura che rileva l’utilizzo di droga e 2 sono stati riscontrati positivi al test ma non sanzionati perché non in stato di alterazione. Questi ultimi verranno, comunque, segnalati all’Autorità Amministrativa competente per uso di sostanze stupefacenti.
Ad un altro utente è stata ritirata la patente perché scaduta.
In toltale per infrazioni varie al Codice della Strada sono state elevate 15 sanzioni amministrative.

Visite: 139
0
10
Mag
0

AVOLA - DASPO WILLY PER UNA DONNA VIOLENTA

Inviato il in Cronaca

b2ap3_thumbnail_Cronaca.jpg

Nei giorni scorsi agenti del Commissariato di P.S. di Avola, intervenuti in un bar del centro cittadino per sedare un acceso litigio, denunciarono una donna di 38 anni che, incontrata l’ex fidanzata, l’aggrediva e la minacciava con un coltello.
L’episodio violento è stato oggetto di approfondimento da parte degli uomini del Commissariato avolese e della Divisione di Polizia Anticrimine della Questura che hanno operato, nei confronti della trentottenne, la misura di prevenzione personale di competenza del Questore nella sua veste di Autorità Provinciale di Pubblica Sicurezza (cosiddetto daspo Willy) che rientra nella categoria di divieti di accesso in determinate aree urbane.

Visite: 586
0
02
Mag
0

SIRACUSA – LA POLIZIA DI STATO DI SIRACUSA ESEGUE UNA MISURA PATRIMONIALE AD AUGUSTA

Inviato il in Cronaca

b2ap3_thumbnail_Politica.jpg
Nella giornata odierna personale della Divisione Anticrimine e del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Augusta (SR), ha dato esecuzione al Decreto di Sequestro di beni emesso dal Tribunale di Catania – Sezione Misure di Prevenzione, su proposta congiunta del Questore di Siracusa e del Procuratore della Repubblica di Catania, nei confronti di un soggetto quarantenne, nullafacente, nativo e residente ad Augusta (SR), già noto alle FF.OO.
Il Sequestro odierno scaturisce dalle indagini che il 30 settembre 2021 lo vedono arrestato nell’ambito dell’operazione di P.G. denominata “LUDOS” condotta dal Commissariato di Pubblica Sicurezza di Augusta (SR), coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siracusa, unitamente ad altri 10 soggetti, tutti di Augusta, ritenuti a vario titolo responsabili di far parte di un’associazione per delinquere finalizzata alla gestione di scommesse clandestine on-line, esercizio abusivo di attività finanziaria ed usura, al vertice della quale vi era l’odierno proposto.
Lo spunto investigativo iniziale veniva fornito dalle dichiarazioni testimoniali rese dai familiari di alcuni scommettitori, che si erano dovuti far carico dei debiti contratti dai loro congiunti affetti da ludopatia a tal punto da ricorrere anche all’usura, commessa dagli stessi indagati, pur di continuare a giocare.
Le indagini tecniche facevano emergere la vicinanza degli indagati ad ambienti criminali di rilievo, tanto da accedere ai siti di scommesse telematiche localizzati all’estero (tutti con estensione diversa da quella legale “.it”), attività illecita solitamente in mano alle cosche mafiose.
Si delineava, dunque, una compagine di individui capaci di reclutare ed indirizzare gli accaniti scommettitori su piattaforme di gioco diverse da quelle lecite, che veicolava di fatto un consistente flusso di denaro attraverso le scommesse su siti illegali, ai quali venivano riversati mensilmente volumi di gioco pari a decine di migliaia di euro.
Le indagini patrimoniali svolte dalla Divisione Anticrimine, fondate sulla citata misura cautelare, hanno consentito di evidenziare, da un lato la spiccata pericolosità sociale del soggetto già noto alla Polizia per i reati commessi nel passato (furto aggravato, ricettazione, appropriazione indebita, truffa, esercizio di gioco d’azzardo) ai quali si aggiungono gli attuali, di esercizio abusivo di gioco di cui era promotore e usura, e dall’altro l’assoluta sproporzione tra i redditi e le entrate ufficiali riferibili al nucleo familiare del soggetto, rispetto all’effettivo patrimonio immobiliare e mobiliare di cui si è accertata la disponibilità.
Le risultanze di tali indagini patrimoniali determinavano il P.M. della Procura Distrettuale di Catania a richiedere al Tribunale -Sezione Misure di Prevenzione- di emettere un Decreto di Sequestro nei confronti dei beni del soggetto o comunque acquisiti al patrimonio familiare grazie alle attività illecite, per un valore complessivo stimato in almeno 400 mila euro, consistenti in una villa di lusso di mq. 177 attorniata da un terreno di pertinenza di 710 metri quadrati insistenti in Augusta (SR), un’autovettura di pregio, 4 polizze vita e conti correnti con depositi vari (questi ultimi saranno oggetto di successiva stima).

Visite: 146
0
29
Apr
0

SIRACUSA – DENUNCIATO UN LADRO DOPO CHE LO STESSO AVEVA RUBATO ALL’INTERNO DI UN NOTO BAR DI CORSO GELONE

Inviato il in Cronaca

b2ap3_thumbnail_Cronaca.jpg
Sabato notte, agenti delle Volanti sono intervenuti in un noto bar sito in Corso Gelone per la segnalazione di un furto avvenuto all’interno dell’esercizio commerciale.
Visionando nell’immediatezza del fatto le immagini del sistema di videosorveglianza, i poliziotti riuscivano ad identificare l’autore del furto accertando che lo stesso, dopo aver forzato la porta finestra del locale, asportava dalla cassa il denaro ivi contenuto e fuggiva.
Poco dopo, il ladro veniva intercettato mentre cercava di accedere alla propria abitazione e veniva riconosciuto anche grazie agli abiti che indossava e che erano gli stessi utilizzati per commettere il reato e che i poliziotti avevano visto poco prima nelle immagini della video sorveglianza.
Il ladro, un quarantaquattrenne siracusano, è stato bloccato e denunciato per il reato di furto.

Visite: 202
0
23
Apr
0

FRANCOFONTE - SCOPERTO UN BUNKER SOTTERRANEO UTILIZZATO PER LA COLTIVAZIONE DELLA MARIJUANA – SEQUESTRATE 119 PIANTE E 75 CHILOGRAMMI DI SOSTANZA PRONTA PER ESSERE CONFEZIONATA IN DOSI – ARRESTATO UN UOMO

Inviato il in Cronaca


b2ap3_thumbnail_Cronaca.jpg
Agenti della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. di Lentini, nel corso di una perquisizione in una casa sita nelle campagne di Francofonte, hanno scoperto un bunker sotterraneo utilizzato per la coltivazione e l’essiccazione della marijuana.
Davanti agli occhi degli investigatori uno scenario degno di una fiction televisiva.
Gli agenti, dopo essere entrati nella proprietà oggetto del controllo, hanno notato, nei pressi di una dependance della casa, alcuni semi, parte dei quali già germogliati all’interno di un vassoio. Tali semi, capaci di far germogliare della marijuana, hanno indotto i poliziotti a proseguire la perquisizione con l’ausilio di unità cinofile della Polizia di Stato. L’infallibile fiuto dei cani poliziotto ha consentito di scoprire che nel bagno esterno alla casa vi era un piatto doccia che, appositamente azionato da un pulsante, permetteva di scendere ad un locale sotterraneo.
Entrati in questa sorta di bunker, gli investigatori scoprivano tre vani: uno più piccolo ricavato da un container in metallo, attrezzato con un impianto di irrigazione e lampade per la coltivazione della marijuana, con 119 piante già fiorite e pronte per la raccolta.
Negli altri vani vi erano numerosi chilogrammi di sostanza stupefacente lasciata ad essiccare per un peso complessivo di 75 chilogrammi.
L’impianto, che serviva il bunker, era allacciato abusivamente alla rete elettrica.
Il proprietario della casa, un uomo di 57 anni, originario di Francofonte, già conosciuto alle forze di polizia perché accusato in passato di vari reati, tra i quali associazione mafiosa, è stato arrestato per produzione, traffico e detenzione di sostanze stupefacenti.
La scoperta del bunker sotterraneo, munito di ascensore, infligge un duro colpo allo spaccio di stupefacenti nel territorio del lentinese.
Sono in corso ulteriori approfondimenti investigativi per fare piena luce sulla rete di fiancheggiatori e di narcotrafficanti legati alla serra sotterranea.

Visite: 171
0
22
Apr
0

SIRACUSA – CONTROLLO DEL TERRITORIO

Inviato il in Cronaca

b2ap3_thumbnail_Cronaca.jpg

Agenti delle Volanti, nel corso dei quotidiani controlli a coloro che in città sono sottoposti a misure restrittive della libertà personale, hanno denunciato due persone sottoposte agli arresti domiciliari ed una sottoposta all’obbligo di dimora poiché assenti al controllo.

Infine, i poliziotti, alle cinque di questa mattina, transitando per via Vanvitelli, sorprendevano un uomo di 29 anni, già conosciuto alle forze di polizia, per reati contro il patrimonio, in possesso di un bidone con all’interno otto litri di gasolio di cui non forniva alcuna spiegazione.
L’uomo è stato denunciato per il reato di ricettazione.

Visite: 191
0
18
Apr
0

Ordinanza precauzionale di chiusura dell’istituto Majorana. Il sindaco Cannata: “Un comportamento della dirigente gravissimo che non può passare inosservato”

Inviato il in Cronaca

b2ap3_thumbnail_Cronaca.jpg

Il primo cittadino, Rossana Cannata qualche ora fa è intervenuta sui social con un post in merito la questione del caso “scabbia” dell’istituto Majora di Avola. 
“Ho appreso dalla mamma di un’alunna il fatto che si è recata dalla Dirigente dell’istituto superiore Majorana per consegnare un certificato medico della propria figlia, che attestava la contrazione di una malattia infettiva, ma ha riscontrato da parte della preside poca attenzione e sottovalutazione della problematica, chiedendole di nascondere la cosa. Un comportamento della dirigente gravissimo che non può passare inosservato nell’interesse dei minori che frequentano l’istituto e dell’intera cittadinanza. Comunico sin d’ora che non intendo tollerare un atteggiamento così superficiale da parte della dirigente e ho contattato i miei uffici comunali e l’Asp perché intendo intervenire a tutela della salute dei ragazzi e sto facendo predisporre per domani mattina un’ordinanza precauzionale di chiusura dell’istituto Majorana.”

Visite: 768
0
18
Apr
0

SIRACUSA - DENUNCIATO UN UOMO PER DETENZIONE ABUSIVA DI ARMI E MUNIZIONAMENTO

Inviato il in Cronaca

b2ap3_thumbnail_Cronaca.jpg

Nell’ambito di specifici servizi disposti dal Questore di Siracusa, finalizzati al controllo dei requisiti di chi detiene legalmente armi, Agenti della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale della Questura hanno denunciato un siracusano di 68 anni, per il reato di detenzione abusiva di armi e munizionamento.
I Poliziotti sono intervenuti presso l’abitazione del sessantottenne, sita nella zona alta di Siracusa, per acquisire una carabina, regolarmente denunciata all’Autorità di P.S., così come richiesto dallo stesso. Sul posto, venivano rinvenute, oltre all’arma regolarmente denunciata, anche 1145 cartucce calibro 22, una pistola marca Herstal Liege calibro 7,65, con 50 cartucce.
Per tale motivo, tutte le armi e le munizioni sono state sequestrate, in quanto risultanti non legalmente detenute, ed il proprietario è stato denunciato.
La Questura di Siracusa ricorda agli utenti che, qualora dovessero ereditare armi o munizioni detenute a vario titolo dal de cuius devono, per sollevarsi da qualsiasi responsabilità penale, notiziare l’organo di polizia che saprà indirizzarli sulle procedure da seguire per ottenere una legale detenzione delle armi ereditate o qualora non fossero interessati a possederle una acquisizione a norma di legge da parte della polizia.

Visite: 175
0
18
Apr
0

Il caso di scabbia ad Avola non è una fake news: parla la madre della ragazzina contagiata

Inviato il in Cronaca

b2ap3_thumbnail_Cronaca.jpg
Circola la notizia in questi minuti che un presunto caso di scabbia sarebbe una fake news.
Ma a quanto pare invece la notizia sarebbe esatta.
La smentita arriva proprio dalla signora P.S. madre della ragazzina avolese affetta da scabbia, che ha tempestivamente contattato la nostra redazione assumendosi la responsabilità delle sue dichiarazioni.

Continua a leggere
Visite: 6256
0
15
Apr
0

AUGUSTA – DENUNCIATA UNA DONNA CHE, DURANTE UNA VEGLIA FUNEBRE, HA RUBATO IL PORTAFOGLIO DELLA FIGLIA DELLA DEFUNTA UTILIZZANDO SUCCESSIVAMENTE LE CARTE DI CREDITO PER FARE LA SPESA

Inviato il in Cronaca

b2ap3_thumbnail_Cronaca.jpg
Una donna di 46 anni è stata denunciata poiché, nel corso di una veglia funebre, rubava alla figlia della defunta il portafoglio che era nella borsa della donna.
La responsabile dell’atto di sciacallaggio è stata identificata perché aveva utilizzato le carte di credito, contenute nel portafogli, per fare la spesa in un supermercato e veniva identificata grazie alle immagini estrapolate dal sistema di video sorveglianza.
La donna è stata denunciata per i reati di ricettazione ed indebito utilizzo di carte di credito.

Visite: 327
0

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   

Vai all'inizio della pagina