Esagonoilgiornale.com

  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Team Blogs
    Team Blogs Trova il tuo blog collettivi preferiti qui.
  • Archivio
    Archivio Contiene un elenco di blog che sono stati creati in precedenza.
  • Accesso
    Login Login form
12
Apr

Il ministro Santanché a Palazzo Vermexio per presentare l’Hub del turismo digitale Nel pomeriggio il sindaco Italia agli Stati generali del cinema

Inviato il in Politica
  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 190
  • 0 Commenti
  • Stampa

b2ap3_thumbnail_Politica.jpg
Il salone “Paolo Borsellino” di Palazzo Vermexio ha ospitato stamattina la presentazione dell’Hub del turismo digitale alla quale ha partecipato il ministro Daniela Santanché, presente a Siracusa per gli Stati generali del cinema. L'iniziativa, organizzata dal ministero del Turismo, aperta a operatori del settore e ai diretti gestori del profili economici-finanziari-digitali quali i dottori commercialisti, si inserisce in un ciclo di eventi tenuti nei territori per illustrare vantaggi e benefici connessi alla partecipazione attiva all’Hub del turismo digitale. Realizzato con i fondi del Pnrr, l’hub punta a valorizzare l’offerta turistica utilizzando le nuove tecnologie e ha già portato alla realizzazione del sito ufficiale del turismo www.italia.it.
Prima dell’incontro, il ministro Santanché si è intrattenuta con il sindaco Francesco Italia e con l’assessore regionale al Turismo Elvira Amata, nella sala “Raffaello Caracciolo” di Palazzo Vermexio.
Il sindaco Italia ha illustrato al ministro e all’assessore i risultati positivi, e le conseguenti ricadute economiche, raggiunti da Siracusa in termini di presenze e pernottamenti, evidenziando anche l’importanza di investire nel digitale. «Le nuove tecnologia – ha detto – hanno un effetto moltiplicatore fino a pochi anni fa del tutto impensabile. L’idea di un hub del turismo digitale risponde esattamente a questa esigenza e può spingere il settore turistico a fare sistema poiché il confronto e lo scambio di esperienze e buone pratiche può solo portare crescita e ulteriori risorse da investire in un mondo che vive solo se riesce a rinnovarsi e a essere sempre più attrattivo. La rivoluzione digitale permette alle aziende turistiche di arrivare dove prima era impossibile spingersi e consente a platee di potenziali utenti prima irraggiungibili di organizzare viaggi comodamente seduti a casa. Turisti che, una volta arrivati a destinazione, devono poter fruire di servizi utilizzando i loro smartphone e pianificare le loro visite riducendo al massimo rischi e contrattempi. Tutto questo in un sistema che si autoalimenta perché i dati che è possibile raccogliere con il digitale diventano informazioni preziose per migliorare sempre di più l’offerta turistica e la qualità dei servizi».
Nel pomeriggio, il sindaco Italia ha portato i saluti istituzionali agli Stati generali del cinema, al Castello Maniace. Ha parlato del legame esistente tra crescita turistica e aumento «dell’interesse di produttori, registi, autori per la città. L’immagine – ha affermato – rilanciata in tutti i modi nel grande e nel piccolo schermo, anche attraverso grandi brand internazionali, ha contribuito a innescare un meccanismo virtuoso a vantaggio della nostra offerta», premiando gli sforzi compiuti dall’Amministrazione nella promozione della città.
Poi Italia ha aggiunto: «Le parole sono sostenute dai fatti. Se il 2022 è stato l’anno di Cirano e Indiana Jones, il 2023 è stato quello della serie Netflix Il Gattopardo, tratto dal capolavoro di Giuseppe Tomasi di Lampedusa. L’anno era iniziato con le riprese del video di uno dei successi di Colapesce e Dimartino, che poi sono tornati per presentare il loro La primavera della mia vita girato in gran parte a Siracusa. Nel corso del 2023, la Film Commission si è occupata di circa 40 lavori, tra questi anche l’assistenza per uno spot della Ferrari che per la seconda volta ha deciso di portare qui i suoi bolidi. In 10 anni le collaborazioni sono state circa 250: film, spot, campagne pubblicitarie, cortometraggi, programmi Tv, documentari, videoclip, dagli Stati Uniti al Canada, dal Brasile al Giappone, alla Cina, all'Australia e a tutta Europa ».

0

Commenti

  • Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento

Lascia il tuo commento

Ospite Venerdì, 19 Luglio 2024

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   

Vai all'inizio della pagina